STORIA DEL RESTURO DEL PORTONE CENTRALE

LIMONE SUL GARDA

portone centrale
Portone centrale

Il In concordanza con il parroco Don Eraldo Fracassi e il consenso degli enti preposti per la tutela per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico di Bs-Mn-CR e della curia vescovile di Brescia il portale d’ingresso  è stato rimosso per essere trasportato presso il laboratorio di restauro“Marini Vincenzo restauro mobili antichi”dove sono iniziati i lavori di restauro.

Parte posteriore

Il portale d’ingresso, situato nel mezzo della facciata della parrocchiale di San Benedetto Abate in Limone sul Garda, è stato costruito agli inizi del  XX secolo, in legno di larice ed è composto da assi modanate orizzontali e verticali che formano 49 riquadri rettangolari di varie dimensioni (quaranta più grandi e 9 più piccoli).  a causa delle mancanti manutenzioni ordinarie  da parte di restauratori c ompetenti e l’utilizzo da parte dei volontari di materiali non idonei il portone si presentava con vari strati di verbnice marrone sintetica sulla facciata , mentre per la parte posteriore per nascondere il vero stato di conservazione era stato applicato un compensato di mogano.  Continue reading

Condividi i nostri post

LIMONE SUL GARDA: S.BENEDETTO ABATE

Parrocchia San Benedetto Abate

Vista l’importanza storica e il grande interesse artistico della parrocchia  dedicata a S.Benedetto Abate, il parroco Eraldo Fracassi, ha deciso di sistemare le entrate (il portone centrale, quello laterale di destra e di sinistra) avvalendosi della ditta di restauro “Marini Vincenzo restauro mobili antichi” (ditta riconosciuta dalle soprintendenze del territorio nazionale).

La chiesa è stata ricostruita nel 1691 da Andrea Pernis di Como, sui resti di una precedente chiesetta romanica che sembra risalire a prima del secolo XI. In essa sono custoditi capolavori artistici a partire dagli inizi del ‘500 fino ai giorni  nostri; costituisce inoltre l’archivio storico della comunità di Limone in quanto, fino al secolo scorso, la Curia affidava ai Parroci il compito di annotare fatti socialmente rilevanti  e di censire la popolazione. In questa chiesa fu battezzato il grande missionario, vescovo, Mons. Daniele Comboni, nato a  Limone sul Garda, il 15 marzo 1831. Continue reading

Condividi i nostri post

PAVONE MELLA “Iniziato il restauro del coro”.

Coro É iniziato  l’intervento di restauro del coro ligneo della parrocchiale di S.Benedetto Abate in Pavone Mella(Bs) risalente al 1740.

I lavori diretti da Marini Vincenzo  hanno portato alla luce le reali condizioni dello stato di conservazione, evidenziando le effettive condizioni critiche in cui verte l’intero impianto strutturale del manufatto. Infatti il coro aveva subito negli anni passati un’ intervento di restauro molto approssimativo che aveva “mascherato” il reale stato di conservazione.Per questo motivo Continue reading

Condividi i nostri post

Restauro del confessionale della parrocchiale dei S.S.Gervasio e Protasio

Confessionale in noce.Sec XVIII.Parrocchia S.S.Gervasio e Protasio
Confessionale in noce.Sec XVIII.Parrocchia S.S.Gervasio e Protasio

Il confessionale, situato sul lato sinistro della navata centrale della parrocchiale dei S.S. Gervasio e Protasio in Cologne (Bs), è stato costruito verso la fine del XVIII sec. in legno di noce ed in concordanza con il parroco Don Gaetano Fontana e il consenso degli enti preposti per la tutela per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico di Bs-Mn-CR e della curia vescovile di Brescia  è  stato rimosso per essere trasportato presso il laboratorio di restauro“Marini Vincenzo restauro mobili antichi”dove sono iniziati i lavori di restauro.

Al centro della struttura troviamo la postazione del prete alla quale si accede tramite un’antina modanata a lignee verticali e orizzontali, che fa da porta. Il fedele può scegliere se inginocchiarsi a destra o a sinistra. La struttura è formata da quattro lesene lisce che portano alla loro estremità quattro capitelli corinzi e tra un capitello e l’altro troviamo dei festoni floreali. Il cappello è formato da un’imponente cornice dentellata alla cui sommità vi è un timpano a semi cerchio. Continue reading

Condividi i nostri post

LA PARROCCHIALE DI COLOGNE RIPORTATA A NUOVA VITA

UN COMPLESSO INTERVENTO DI RESTAURO.

Chiesa dei S.S. Gervasio e Protasio di Cologne (Bs)

 

La parrocchiale dei santi Gervasio e Protasio rappresenta un monumento estremamente singolare nel panorama dell’edilizia storica ecclesiastica di Cologne;infatti è stata recentemente oggetto  di un profondo intervento conservativo sia nella struttura che negli arredi.

Dopo aver avuto il consenso dagli enti preposti alla tutela per il patrimonio storico- artistico, etnoantropologico di Br-Mn-Cr e dalla curia vescovile di Brescia, nel 2009 sono iniziati i delicati interventi di restauro degli arredi ligni da parte della ditta di restauro” Marini Vincenzo restauro mobili antichi” la quale si è occupata di riportare ad antico splendore il portale centrale, quello laterale destro e sinistro, le rispettive bussole, il coro ligneo, due panche con alzata ed il confessionale.

Condividi i nostri post

S.S.GERVASIO E PROTASIO “il coro riporato a nuova vita”

coro ligneo in noce XVI sec. prima del restauro

Il restauro del coro ligneo  in noce risalente alla fine del XVI sec., situato dietro l’altare centrale dell’abside della parrocchia,  è stato affidato (dopo aver avuto il consenso dagli enti preposti alla tutela per il patrimonio storico- artistico, etnoantropologico di Bs-Mn-Cr e dalla curia vescovile di Brescia), alla ditta di restauro”Marini Vincenzo restauro mobili antichi”  di Rovato (Bs).

La delicata opera di recupoero del manufatto ha richiesto il trasporto dello stesso nel laboratorio a causa del suo elevato stato di degrado.

Per questo motivo,  dopo aver consultato  la dottoressa Renata Casarin (funzionario responsabile della soprintendenza di Bs-Mn-CR), la ditta incaricata ha iniziato lo smontaggio dei 22 stalli,dei  due grossi inginocchiatoi laterali,di quello piccolo centrale e di tutta la pavientazione.

Presso il laboratorio di restauro è iniziata la fase di pulitura per eliminare tutti i vari strati di vernici sintetiche che nei vari anni erano state messe alterando la patina che generalmente si forma. Continue reading

Condividi i nostri post

UN LAVORO DI PREGIATA EBANISTERIA

Biblioteca in noce
Biblioteca in noce

 

La ditta” Marini Vincenzo restauro mobili antichi”  ha concluso in questi giorni un’importante opera di ebanisteria: una biblioteca di 60 mq in legno di noce.

Il mobile riveste cinque lati di un locale a pianta ottagonale. Su due di questi si aprono porte che conducono agli ambienti limitrofi.

Il mobile si compone di una base, un corpo centrale, un sopralzo e un fregio.La base è a sportelli ciechi pannellati, il corpo centrale e il sopralzo sono a pannelli vetrati, il fregio maschera il canale di adduzione dell’aria condizionata ed è compartito in modo da realizzare quattro immissioni su ogni lato. Tutte le parti a vista esterne sono in noce nazionale e in radica di noce. Continue reading

Condividi i nostri post